Il GDPR non è un nemico, ma uno stimolo per migliorarsi…

Si è parlato a lungo di Gdpr in Italia, sopratutto in prossimità di scadenza.

Si è parlato in modo anche sbagliato, pensando che fosse l’ultima incombenza a carico delle imprese, privo di alcun beneficio per le stesse.

In realtà nasce con un obiettivo molto più importante, di come è stato dipinto, il Gdpr si occupa di protezione dati e come tale, ogni azienda, dovrebbe operare affinchè i dati (suoi e dei suoi clienti) siano sufficientemente protetti.

Senza scomodare ingenti investimenti sulla cifratura dati, sarebbe già opportuno avere un approccio meno domestico all’informatica.

Il regolamento non colpisce le grandi imprese (banche, assicurazioni…) in quando già adeguate tecnicamente, ma sopratutto le piccole, che forti del fatto di essere piccole, pensano che siano immuni da perdita di dati, e importanza degli stessi. Sbagliano! perchè è proprio nelle piccole, meno adeguate tecnicamente, che si presenta un rischio maggiore. 

Se le imprese italiane vogliono innovare, e adeguarsi ai tempi, devono smettere di pensare che un backup su Hard Disk portatile sia opportuno e magari, senza lamentarsi, iniziare ad avere una struttura aziendale in linea con i tempi, ed evitare di lavorare in modo approssimativo.

Se vogliono competere, il Gdpr è uno stimolo per migliorarsi.

Daniele Mingarelli
Ceo Pizzut – Pcommerce

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *