Pericoli connessi sotto l’albero di Natale. Nuova indagine McAfee rivela che il 20% degli intervistati acquisterebbe intenzionalmente un dispositivo a rischio hacker

Droni, palmari e giocattoli connessi in cima alla lista dei dispositivi a maggior rischio hacker di questa stagione festiva

 

  • L’indagine rivela che quest’anno l’88% dei consumatori effettuerà acquisti online per le festività
  • il 18 % degli intervistati ritiene che non sia necessario utilizzare software di sicurezza per proteggere i propri dispositivi
  • il 53% sa quel che deve fare per proteggere i propri dispositivi, mentre il 22% cerca di mettere in atto misure di sicurezza, ma non sa come farlo

 

SANTA CLARA, California, 16 novembre 2017 – McAfee ha annunciato oggi i risultati del terzo studio annuale Most Hackable Holiday Gifts che ha l’obiettivo di aiutare gli utenti a identificare i potenziali rischi per la sicurezza associati ai regali più popolari in vista delle festività natalizie. Computer portatili, tablet e smartphone sono in cima alla lista, seguiti da droni, palmari, giochi e dispositivi connessi. Inoltre, McAfee ha condotto un sondaggio per identificare le abitudini e i comportamenti dei consumatori mentre si preparano per la stagione dello shopping natalizio.

La maggior parte degli utenti è d’accordo nel ritenere la sicurezza una necessità per laptop, tablet e smartphone (69%). Tuttavia, solo il 22% ritiene che per i giocattoli connessi siano necessarie misure di sicurezza, il 29% ritiene che i droni debbano essere protetti e il 56% considera che lo debbano essere anche i palmari.

“Continuiamo a vedere i dispositivi connessi ai primi posti nelle liste dei desideri di Natale, ma è evidente che gli utenti non sempre sono consapevoli dell’importanza di proteggere i dispositivi ogni volta che si connettono e all’interno dei prodotti stessi”, ha dichiarato Gary Davis, chief consumer security evangelist di McAfee“Il più delle volte, semplicemente non sanno che i loro dispositivi devono essere protetti o non sanno come proteggerli. Tali lacune possono essere sfruttate dai criminali informatici per penetrare nei dispositivi e sottrarre le informazioni personali”.

Quasi tutti gli intervistati (91%) affermano di sapere che è importante mantenere la propria identità e i propri dispositivi connessi al sicuro, ma solo il 53% adotta le misure necessarie per la protezione. Il 16% è convinto che il produttore abbia integrato la sicurezza nel prodotto, e un altro 22% sa di dover adottare precauzioni di sicurezza, ma non sa come farlo. Proprio per questo è importante che loro stessi conducano ricerche sulle impostazioni di sicurezza integrate di un dispositivo, piuttosto che affidarsi esclusivamente ai produttori per proteggere adeguatamente i propri dispositivi e dati.

I regali a maggior rischio hacker di quest’anno includono:

  1. Notebook/Smartphone/Tablet– I notebook, gli smartphone e i tablet sono obiettivi tradizionali dei criminali informatici e, se non adeguatamente protetti, possono essere infettati da applicazioni dannose.
  2. Droni– Le vendite di droni dovrebbero raggiungere il miliardo di dollari nel 2017, ma la sicurezza è ancora lontana. Chi desidera acquistarli deve essere consapevole dei rischi associati al dirottamento dei droni e ai falsi segnali Wi-Fi provenienti da droni compromessi.
  3. Palmari(PDA) – Questa sorta di ‘assistenti’ basati su dispositivo possono aiutare a ordinare articoli per la casa, riprodurre musica, fornire risposte a domande e molto altro ancora. Tuttavia, con i microfoni che sono sempre attivi per un comando di sveglia, e le videocamere in dotazione su molti dispositivi è essenziale comprendere le implicazioni sulla privacy.
  4. Giocattoli connessi– Se i giochi continuano a diventare sempre più intelligenti, anche i criminali informatici purtroppo non sono da meno. Per molti produttori, la sicurezza è un elemento secondario e i giocattoli restano vulnerabili agli attacchi nel caso gli hacker prendano di mira microfoni integrati e servizi basati sulla localizzazione.
  5. Apparecchi connessi– Un elettrodomestico intelligente può semplificare la vita quotidiana, ma è bene essere consapevoli che questi dispositivi potrebbero essere utilizzati come pedine in unattacco online o per carpire informazioni personali o sulla propria abitazione.

Per non rovinare il clima delle feste

Per rimanere protetti e vivere le festività in modo più sicuro, McAfee suggerisce di prendere le seguenti precauzioni:

  • Pensare prima di cliccare: uno dei modi più semplici con cui i criminali informatici compromettono i dispositivi è attraverso un collegamento. Meglio pensarci due volte prima di fare click su un link o altri messaggi inattesi arrivati via email.
  • Aggiornare il software: che si tratti di un PC, smartphone, palmare o persino di un drone, è importante tenere il software aggiornato. I produttori risolvono i bachi di sicurezza negli aggiornamenti dei dispositivi, quindi è importante installare sempre la versione più recente il prima possibile. Laddove possibile, utilizzare un software di sicurezza aggiornato.
  • Attenzione al Wi-Fi pubblico: i criminali informatici spesso distribuiscono hotspot Wi-Fi falsi che sembrano legittimi, ma danno loro visibilità sulle abitudini di navigazione di chi si connette. Se si deve utilizzare il Wi-Fi pubblico astenersi dall’effettuare acquisti online o da qualsiasi operazione bancaria. Se è necessario fare acquisti o online banking su Wi-Fi pubblico optare per una VPN (Virtual Private Network), come McAfee Safe Connect, per crittografare il proprio traffico di rete.
  • Informarsi: non tutti i produttori prendono sul serio la sicurezza, specialmente quando si tratta di giocattoli connessi, quindi è importante informarsi prima dell’acquisto se sono state segnalate delle vulnerabilità di sicurezza.
  • Proteggere la propria rete domestica: la piattaforma McAfee Secure Home Platform protegge tutti i dispositivi connessi e la propria rete internet domestica alla base. Questa soluzione fornisce informazioni su quali dispositivi si trovano sulla rete e protegge tutti i dispositivi connessi.

Ulteriori informazioni:

Maggiori dettagli sul sondaggio e sui regali vulnerabili sono disponibili sul blog post di Gary Davis

Twitter: @McAfee_Home

Metodologia della ricerca

McAfee ha commissionato a MSI-ACI un’indagine che ha coinvolto 1.206 adulti di età compresa tra i 18 e i 55 anni negli Stati Uniti tra settembre e ottobre 2017. Gli intervistati utilizzavano quotidianamente un dispositivo connesso.

Metodologia dell’elenco dei prodotti a maggior rischio hacker:

Per compilare l’elenco dei dispositivi più hackerabili McAfee ha utilizzato i seguenti criteri:

  • Accessibilità: questo dispositivo si connette a Internet?
  • Sicurezza della comunicazione: questo dispositivo utilizza metodi di trasmissione delle informazioni non sicuri?
  • Valore dell’obiettivo: questo dispositivo ha accesso a informazioni utili per un criminale informatico?
  • Attività: c’è una ricerca attiva nella comunità hacking nel tentativo di sfruttare questi dispositivi?
  • Wildlife: ci sono exploit attivi su Internet indirizzati a questo dispositivo?

A proposito di McAfee

McAfee è una delle principali società di sicurezza informatica indipendenti a livello globale. Ispirata dal potere della collaborazione, McAfee crea soluzioni per utenti professionali e privati che rendono il mondo un luogo più sicuro. www.mcafee.com

McAfee e il logo McAfee sono marchi registrati che appartengono a McAfee LLC negli Stati Uniti e in altri paesi.

* Altri nomi e marchi citati sono proprietà del loro legittimo proprietario/autore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *